Il tè nero è un tè molto antico, coltivato da millenni in India, Cina e Giappone. Ad oggi sono presenti piantagioni anche in Indonesia, Caucaso, America e Africa orientale. Al contrario dei cugini tè verde e tè Oolong, il tè nero viene sottoposto ad ossidazione/fermentazione completa (da questo deriva il suo colore scuro).

Storia del tè nero

Si narra che il tè nero sia nato nella zona delle montagne Wuyi nella regione cinese del Fujian. Un gruppo di contadini intento nella lavorazione del tè avrebbe dimenticato le foglie fresche al sole per accogliere un drappello di soldati giunti improvvisamente al villaggio. Una volta tornati sul luogo di lavoro, i contadini si resero conto del disastro. Per evitare che il tè appassisse rovinandosi del tutto, i contadini lo arrostirono con foglie di pino e crearono appunto la varietà completamente ossidata che conosciamo. Il tè nero giunse in Occidente nel XVI secolo, trasportato dalle navi portoghesi. Da allora si è diffuso in tutta Europa, dapprima tra i nobili, poi anche presso le classi inferiori.

te nero cinese jin jun mei

Da dove si ricava il tè nero

Il tè nero si ricava dalla Camellia sinensis, una pianta della famiglia delle Teacee. Essa in natura può svilupparsi in forma arborea, mentre nelle coltivazioni tende a presentarsi come un arbusto. Una volta raccolte, le foglie vengono sottoposte ad opportune condizioni di calore ed umidità sino a raggiungere la fermentazione completa.

Proprietà del tè nero

Il tè nero contiene sali minerali come ferro, magnesio, potassio, fosforo, sodio e zinco, nonché vitamine quali la B2 e la B9. Tra i benefici del tè nero si hanno una decisa funzione diuretica e l’azione antiossidante. Secondo alcune ricerche, l’assunzione regolare di tè nero potrebbe anche favorire la riduzione del colesterolo. Se vuoi conoscere tutte le proprietà del the nero, potrebbe interessarti anche il seguente articolo.

Controindicazioni del tè nero

Il tè nero non presenta particolari controindicazioni. Un suo consumo eccessivo può però, a causa della presenza di caffeina, creare effetti indesiderati come ansia e agitazione. Se non eccedete, questa stessa sostanza favorirà in voi invece l’energia e la concentrazione.

Il tè nero si può bere in gravidanza?

Il tè nero in gravidanza può essere assunto, ma con parsimonia. L’OMS prescrive infatti di non superare i 300/200 mg di caffeina al giorno, ovvero le 2-3 tazze giornaliere.

Varietà di tè nero

Sul nostro shop online sono disponibili le migliori qualitò di tè nero in commercio:

Tè Keemun

Il China Keemun Thea è prodotto nella provincia dell’Anhui, in Cina, da piantagioni denominate “Zhu Ye” o “Qimes”. L’infuso presenta un aroma morbido, rotondo, con note di frutta e cacao. Da questo sapore particolare derivano diversi soprannomi del Keemun, tra cui “borgogna dei tè” e “imperatore dei tè”. Puoi acquistarlo QUI.

te nero keemun

Tè Jin Jun Mei

Il Jin Jun Mei si caratterizza per foglie piccole e grige con pagliuzze dorate. Si tratta di una varietà particolarmente pregiata, raccolta soltanto nei primi giorni di marzo e sottoposta ad una lavorazione complessa. Questa cura nella realizzazione rende il Jin Jun Mei una vera armonia di fiori e frutta. Puoi acquistarlo QUI.

te nero cinese jin jun mei foglie

Tè Lapsang Souchong

Per chi ama i tè di grande personalità, il Lapsang Souchong è la scelta perfetta. L’affumicatura con legno resinoso di conifera a cui le foglie sono sottoposte conferisce infatti al prodotto un sapore unico e deciso. Il colore è di un caratteristico ramato scuro e brillante. Puoi acquistarlo QUI.

te nero lapsang souchong

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *